“Nel futuro ognuno sarà famoso per quindici minuti”.

Andy Warhol

Andy Warhol selfies e autoscatti

Andy Warhol: pioniere del selfie e dell’autocelebrazione creativa

 

Quanti di noi hanno in mente quell’autoritratto di Warhol in cui tiene in mano la sua polaroid? Ebbene anche Warhol era ossessionato dalla sua immagine, anzi si potrebbe definire un pioniere della selfie mania, il degno antenato di ogni selfomane seriale. Le centinaia di autoscatti che lo ritraggano in contesti glamour, patinati, pop, in un clima straripante di consumismo, sono l’esempio di questa auto-celabrazione creativa. Compagna fedele, la sua polaroid, di cui era schiavo ma che al tempo stesso rappresentava il simbolo di un’epoca. Si perché, Warhol era schiavo della sua Polaroid, quasi quanto noi lo siamo del nostro smartphone. Era il mezzo grazie al quale rappresentava sé stesso incoronandosi superstar del mondo dell’arte e della comunicazione. Il re della famosa Pop art, aveva capito bene come era il nostro mondo. Non a caso affermò: “Se volete sapere tutto di Andy Warhol, basta che guardiate la superficie: quella delle mie pitture, dei miei film e la mia, lì sono io. Non c’è niente dietro “, che non rappresenta esattamente il manifesto dell’animismo ma più un invito al culto dell’esteriorità. Buona Visione! Andy Warhol selfies e autoscatti Andy Warhol selfies e autoscatti Andy Warhol selfies e autoscatti Andy Warhol selfies e autoscatti Andy Warhol selfies e autoscatti Andy Warhol selfies e autoscatti  

Seguimi anche su Instagram

Artselfie i tuoi autoscatti con l'arte

https://www.instagram.com/artselfiemuseum/

Please wait...

iscriviti alla nostra newsletter

Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un articolo? Unisciti oggi alla nostra fantastica community! Compila il form con il tuo nome e la tua email.
Leggi altro:
Michelangelo senza braghe tra Giudizi Universali e Divine Censure
Michelangelo senza braghe tra Giudizi Universali e Divine Censure

La malizia -si sa- è spesso negli occhi di chi...

Chiudi