Sulle tracce di Jack lo Squartatore alias Walter Sickert

Sono passati 128 anni da quando, lo spietato e noto serial killer “Jack The Ripper”, uccise e sventrò cinque prostitute nel malfamato quartiere di Whitechapel a Londra. Inizialmente nessuno, men che meno la polizia, diede troppo peso, all’omicidio della povera prostituta, vittima come tante del malfamato East End di Londra.

Donne pittrici nella storia dell’arte quando l’arte si tinge di rosa

Nata dalla nobile famiglia piacentina degli Anguissola, Sofonisba Anguissola fu una delle prime esponenti femminili della pittura europea nonché della pittura italiana rinascimentale al femminile. Fu determinante la figura del padre, che sfidando i pregiudizi dei contemporanei, concesse alle figlie di studiare letteratura, pittura e musica. Lo stile del pittore lombardo Bernardino Campi, influenzò notevolmente l’artista che ne tradusse i tratti essenziali nell’ambito della ritrattistica.

Herb ritts uno scatto che cambia la vita

Per i comuni mortali cambiare una ruota rappresenta soltanto una clamorosa scocciatura, sempre che si riesca a cambiarla nelle migliori delle ipotesi il tutto si conclude in un’esperienza negativa che vorremmo dimenticare al più presto, non per Richard Gere ed Herb Ritts

Alécio De Andrade il Louvre raccontato dai visitatori

Fotografo e artista di origini brasiliane Alécio de Andrade (1938 – 2003) ha vissuto a Parigi per diversi anni. Durante la sua permanenza nella capitale francese è entrato a far parte dell’Agenzia Magnum, ma soprattutto ha sviluppato un interesse per i visitatori del Louvre, che giornalmente affollano numerosi il celebre museo.

I Cold Case dell’arte l’omicidio di Raffaello Sanzio

“Qui giace Raffaello: da lui, quando visse, la natura temette d’essere vinta, ora che egli è morto, teme di morire.”
Sbarazzarsi di personaggi scomodi era una pratica molto in voga nel 1520, anno in cui si verifica una strana moria di grandi personalità, come: Massimiliano I, Ippolito d’Este, Magellano, Pier Francesco de Medici. Sono solo alcuni nomi che compongono una fitta lista d’illustri defunti, tra cui compare anche il noto pittore Raffaello, pare anch’esso vittima di un complotto.

Uno nessuno centomila James Ensor e le maschere dell’arte

In questo piccolo dipinto il celebre pittore solitario, utilizza le maschere, per descrivere con lucida e pungente ironia gli aspetti negativi della società belga. L’artista pone il suo volto al centro di un’umanità corrotto, strana e spaventosa, che spesso nasconde il suo vero volto. Introverso e misantropo, trascorse gran parte della sua vita nella sua città natale, dedicandosi ad una pittura che fu una delle manifestazioni più significative del periodo e della cultura del tempo.

I Cold Case dell’arte l’omicidio di Raffaello Sanzio

I Cold Case dell’arte l’omicidio di Raffaello Sanzio

“Qui giace Raffaello: da lui, quando visse, la natura temette d’essere vinta, ora che egli è morto, teme di morire.”
Sbarazzarsi di personaggi scomodi era una pratica molto in voga nel 1520, anno in cui si verifica una strana moria di grandi personalità, come: Massimiliano I, Ippolito d’Este, Magellano, Pier Francesco de Medici. Sono solo alcuni nomi che compongono una fitta lista d’illustri defunti, tra cui compare anche il noto pittore Raffaello, pare anch’esso vittima di un complotto.

leggi tutto
I dipinti di Vincent Van Gogh Teschio con Sigaretta accesa

I dipinti di Vincent Van Gogh Teschio con Sigaretta accesa

“Teschio con Sigaretta accesa” è uno dei primi lavori, e senz’alcun dubbio l’ opera più macabra di Vincent Van Gogh. Probabilmente il più celebre tra i suoi dipinti legati al periodo di Anversa, fu realizzato nell’inverno del 1885-86, quando Vincent vi si recò per iscriversi all’Accademia d’arte, dove ebbe la possibilità di disegnare e dipingere modelli dal vivo.

leggi tutto
Frida Kahlo l’arte di dipingere il dolore Ritratto di Alicia Galant

Frida Kahlo l’arte di dipingere il dolore Ritratto di Alicia Galant

Dopo il grave incidente che la coinvolse nel 1925, Frida Kahlo, fu costretta ad anni di riposo nel letto di casa, anni in cui la solitudine fu l’unica compagna di vita. Nel tentativo di trovare una distrazione, che rendesse la convalescenza più sopportabile, la madre di Frida le donò una scatola di colori e un cavalletto portatile.

leggi tutto

Powered by Google TraduttoreTraduttore

Benvenuti al Museo del Selfie Artistico

È inutile negarlo viviamo nell’era del Selfie. In cui è impossibile resistere al piacere di farsi un autoscatto fotografando luoghi, momenti e occasioni, insieme al proprio volto. L’intento del blog, è dunque quello di donare con un semplice gesto o click, nuove espressioni facciali o nuovi caratteri ai numerosi personaggi che dimorano nelle opere d’arte coinvolgendo gli stessi artisti che le hanno create. Allora perché non giocarci su diventando un opera d’arte, entra a far parte del museo del selfie, e invia il tuo selfie d’autore ad:

[email protected]

Artselfie#Museum

Iscriviti alla Newsletter

Articoli

Leggi un articolo a caso

Segui Artselfie#Museum

Please wait...

iscriviti alla nostra newsletter

Vuoi ricevere una notifica quando pubblichiamo un articolo? Unisciti oggi alla nostra fantastica community! Compila il form con il tuo nome e la tua email.